Home
News
Le Interviste di CR
Mercato
Schedilettantina
Comunicati
Utente Anonimo
LOGIN
Registrati
Società
Elenco Società
Comunicati Società
Programma Gare
Tabellini Partite
Comunicati FIGC
Calciomercato
Svincolati
Tabella Promo&Retro
Campionati
Coppe
Marcatori
Fossil Cup
Conad Cup
Archivio Storico
Torneo della Montagna
I CR
Forum
Collabora con noi
I risultati sul tuo sito!
Area Riservata
Visite
Siti Amici
Mondo CR
Schedilettantina
Oscar del Calcio
Speciale Stadi
Fantacalcio
Il Resto del Mondo
Figli di un calcio minore
<< Torna indietro
05/09/2019 - ECCELLENZA, TEMPO DI DERBY PER LA FOLGORE RUBIERA SAN FAO: IN AGENDA C'È LA DUPLICE SFIDA CASALINGA CON L'ARCETANA. VACONDIO: "SIAMO UNA SQUADRA DI QUALITÀ, E L'AVVIO DI STAGIONE HA DATO CHIARE INDICAZIONI IN TAL SENSO"
05/09/2019 - La Folgore Rubiera San Fao sta viaggiando verso una settimana di grande impatto sul fronte delle energie da spendere: la Prima squadra biancorossoblù è infatti attesa da tre impegni nel giro di appena sette giorni. I primi due confronti di questa impegnativa agenda corrispondono ad altrettanti derby, ambedue sul campo del "Valeriani": la formazione allenata da Alessandro Semeraro è infatti attesa da una doppia sfida casalinga con l'Arcetana, un duello che torna dopo ben 5 anni di assenza. Domenica pomeriggio 8 settembre, dalle ore 15.30, i nostri beniamini affronteranno i biancoverdi in occasione della seconda di campionato: mercoledì 11, dalle ore 20.30, Folgore e Arcetana si daranno invece battaglia per il passaggio del turno in Coppa Italia. Un calendario davvero singolare, specie considerando che la sfida tra rubieresi e biancoverdi rappresenta un intramontabile classico del calcio dilettantistico: proprio per questo, Greco e soci saranno ancora più motivati nel cercare di fare bene sotto ogni punto di vista.

"Intanto, ci presentiamo con credenziali davvero molto lusinghiere - spiega il difensore biancorossoblù Daniele Vacondio - Siamo una squadra di qualità, e credo proprio che l'avvio della stagione ufficiale abbia parlato chiaro in tal senso. Per l'esattezza, abbiamo mantenuto buona parte della solida intelaiatura che ha caratterizzato la rosa dello scorso anno: qualche defezione di rilievo c'è stata, ma la società ha saputo intervenire sul mercato con grande prontezza e competenza. Gli innesti si stanno rivelando molto indovinati, perchè in breve tempo hanno saputo assimilare e concretizzare con efficacia la nostra filosofia di gioco".

In effetti, la Folgore Rubiera San Fao ha iniziato l'annata viaggiando davvero a mille sotto l'aspetto dei risultati: mercoledì 28 è arrivato il successo di Coppa a Fiorano, poi domenica scorsa c'è stato il blitz a Fidenza...
"Due successi che non derivano affatto dal puro caso. Per quanto riguarda Fiorano, era importantissimo partire con il piede giusto: peraltro la Folgore ha una grande tradizione a livello di Coppa, e dunque non possiamo certo permetterci di sfigurare. Parlando invece di domenica scorsa, il nostro percorso in campionato ha avuto inizio con una vittoria che reputo molto significativa: il Borgo San Donnino sarà un'avversaria molto ostica per chiunque, specie sul proprio campo. Pur essendo una compagine neopromossa, la formazione di Rastelli può contare su parecchi giocatori abituati anche alla serie D: un blitz a Fidenza richiede quindi efficienza, concentrazione e preparazione fisica, tutte doti che noi abbiamo dimostrato di avere. Di conseguenza, io sono sereno in merito alle prospettive della squadra: adesso dobbiamo principalmente evitare l'errore di montarci la testa. Sarebbe un errore molto grave, e comunque sia sono certo che non lo commetteremo".

Adesso, gli obiettivi sono irrinunciabilmente puntati sul doppio derby con l'Arcetana. Come vedi la prospettiva di affrontare i biancoverdi per ben due volte nello spazio di pochi giorni? Sarà un aiuto, o avresti preferito affrontare due avversarie diverse?
"A essere sincero, non mi era mai capitato di fronteggiare la stessa squadra la domenica e anche il mercoledì successivo. Di conseguenza, non posso avere opinioni approfondite in merito: di certo sarà un'esperienza nuova, da affrontare senza timori. Ciascuno di noi ha le potenzialità giuste per svolgere un buon lavoro in entrambe le occasioni: si tratta di una consapevolezza che dobbiamo avere ben chiara fin da ora".

Pure l'Arcetana ha iniziato molto bene la propria traiettoria agonistica, cogliendo due successi casalinghi: prima in Coppa con il già citato Fiorano e poi domenica scorsa con la San Michelese in campionato...
"Un inizio così vincente da parte dei biancoverdi non rappresenta affatto un dato così sconvolgente: pur trattandosi di una neopromossa, l'Arcetana ha buone carte da giocare in questa Eccellenza. Intanto loro hanno mantenuto in larghissima parte il gruppo dello scorso anno, che ha vissuto un'annata di Promozione albergando costantemente nell'alta classifica: un organico integrato da alcuni nuovi arrivi mirati in ogni ruolo. Conosco molti giocatori dell'Arcetana, e quindi sono informato sull'universo biancoverde: da osservatore, ritengo che mister Capanni abbia già saputo individuare la giusta quadratura del cerchio. Ci attende quindi un duplice compito decisamente arduo, che non possiamo affatto permetterci di sottovalutare".

Purtroppo, la Folgore Rubiera San Fao non si presenterà al completo: oltre ai lungodegenti Mattia Spezzani e Luca Bassoli, mister Alessandro Semeraro sarà inoltre privo di Niccolò Vena a causa dell'infortunio alla caviglia. Quali sono le strategie da portare avanti per arginare al meglio queste assenze?
"Le assenze sono pesanti e lunghe: Spezzani e Bassoli ne avranno ancora per parecchie settimane, mentre Vena dovrebbe tornare a disposizione tra circa un mese. In compenso potremo contare su Mattia Paglia, ormai in fase di netto recupero dai problemi alla schiena. Ad ogni modo, penso proprio che questa Folgore abbia le caratteristiche necessarie per affrontare pure i forfait più impegnativi: queste defezioni già nelle prime fasi della stagione non ci volevano proprio, ma chi ci conosce sa bene che non siamo affatto una squadra incline a piangersi addosso. Siamo quindi pronti a mettere in campo una forte dose di tecnica e determinazione, per far fronte ai severi ostacoli che l'infermeria ci sta riservando".

In vista delle sfide con l'Arcetana, così come dell'immediato futuro, qual è l'aspetto su cui la Folgore Rubiera San Fao dovrebbe migliorare con maggiore urgenza?
"Ovviamente si può sempre migliorare, ma al momento credo che ci sia un aspetto da correggere maggiormente rispetto ad altri. In questo primo scorcio dell'annata 2019/2020, si sta ripetendo un copione già riscontrato durante la passata stagione: stiamo continuando a subire dei gol che dovremmo evitare, ed è un problema che si è verificato sia a Fiorano sia a Fidenza. Già nello scorso campionato, ci capitava di incassare un po' troppe reti: l'obiettivo primario sta quindi nell'affinare e rafforzare l'efficienza difensiva. Si tratta di una meta ambiziosa, ma pure in questo caso ho buoni motivi per essere fiducioso: considerando la tempra e le doti tecnico-agonistiche del nostro organico, l'obiettivo di stringere le maglie della retroguardia è pienamente raggiungibile".

A tuo parere, dove arriverà la Folgore Rubiera San Fao al termine di questa stagione?
"Innanzitutto, non ho avuto nessuna titubanza nell'accordarmi nuovamente con la dirigenza biancorossoblù: colgo l'occasione per ringraziare l'intera compagine societaria, che mi ha confermato stima e fiducia. Sono felice di essere nuovamente qui, considerando anche le prospettive che caratterizzano la squadra: credo proprio che questa Folgore possa davvero farsi valere in ciascuno dei contesti che ci troveremo ad affrontare. Per quanto riguarda i pronostici, al momento preferisco andare molto cauto: a costo di peccare di eccessiva prudenza, ritengo che sia ancora troppo presto per elaborare previsioni così approfondite. Ritengo che ogni valutazione in merito vada rimandata almeno di un mese, in modo da capire meglio quali saranno i reali rapporti di forza tra le varie formazioni".

DALL'ARCETANA. "Nemmeno noi ci presenteremo a Rubiera in versione completa - spiega il centrocampista biancoverde Elidon Hoxha - D'altronde, questi derby con la Folgore arrivano proprio nel momento giusto: abbiamo iniziato la stagione in modo davvero straordinario, raccogliendo gratificazioni che derivano dall'accurato lavoro svolto in queste settimane. E' vero che siamo una matricola a livello di Eccellenza, e nella nostra condizione può essere facile lasciarsi prendere da una sorta di timore reverenziale: noi invece abbiamo tenuto ben altro atteggiamento fin da sùbito, affrontando Coppa e campionato con il migliore spirito possibile. L'esperta guida di Andrea Capanni ha fatto il resto - prosegue Hoxha - Il nostro tipo di gioco coinvolge davvero l'intera squadra, e non si tratta certo di una frase preconfezionata. Per rendersene conto, basta osservare la tipologia di prove che abbiamo fornito fin qui: oltre all'undici titolare, anche i giocatori saliti nel secondo tempo hanno saputo dare un contributo di primario importanza nel centare entrambe le vittorie. Ciò significa che ciascun elemento di quest'Arcetana è pienamente responsabilizzato, avendo un ruolo determinante nello scacchiere che abbiamo costruito".

D'altro canto, i biancoverdi non hanno la minima intenzione di lasciarsi prendere da facili euforie: "Da parte nostra c'è una forte e motivata dose di entusiasmo, e non potrebbe essere altrimenti - rimarca Hoxha - Tuttavia, sappiamo bene di essere attesi da una consistente serie di banchi di prova molto complessi: i derby con la Folgore Rubiera San Fao sono due tappe del lunghissimo percorso che dovrà portarci a un felice finale di stagione. Obiettivamente, sono duelli di grande rilievo dal punto di vista della tradizione calcistica: stiamo parlando del confronto tra due società vicine di casa, e anche per questo c'è grande attesa negli ambienti di entrambi gli organici. Oltre a questo, ritengo che le sfide con la Folgore presentino molti spunti d'interesse pure sotto l'aspetto più strettamente tecnico".

"Io ho una conoscenza piuttosto dettagliata della formazione biancorossoblù - prosegue Elidon Hoxha - Del resto, come sapete, mio fratello Judmir ha vestito la casacca rubierese per 4 anni consecutivi fino alla scorsa primavera: di conseguenza, ho una fonte di informazioni decisamente attendibile. A mio parere, le sfide di domenica e mercoledì saranno occasioni per mettere a confronto due squadre che hanno un modo di giocare molto simile in quanto a costruzione, geometrie ed efficienza: quindi, i risultati saranno decisi in buona parte dalla vivacità e dal brio che i vari interpreti in campo dimostreranno di avere. In particolare - aggiunge il centrocampista di origine albanese - mister Semeraro può contare su una fase di attacco davvero stellare: le potenzialità offensive della Folgore sono da tenere d'occhio, e rientrano tra gli aspetti su cui dovremo riporre la maggiore attenzione. Inoltre, noi conteremo molto sulla grinta degli ex rubieresi: sono sicuro che Maurizio Pè, Dario Castrianni e Luca Ferrari daranno il 150% delle rispettive possibilità".
A livello di infermeria, domenica l'Arcetana dovrà ancora fare i conti con due assenze: "Matteo Ghirelli e Matteo Caminati mancheranno di nuovo - annuncia Hoxha - Entrambi sono sulla via di un totale recupero, ma almeno nel primo derby non saranno a disposizione. In compenso sono da registrare i rientri di Gabriele Cavanna e Giovanni Di Luca, entrambi tornati in piena forma dopo i rispettivi acciacchi".
E il club biancoverde ha inoltre piazzato una novità di mercato: ieri sera l'Arcetana ha perfezionato l'ingaggio di Evans Aidoo, centrocampista/difensore classe 2001 proveniente dal Montecchio.

Le altre partite del 2° turno di Eccellenza (girone A) sono Bagnolese-Cittadella Vis San Paolo, San Felice-Colorno, Felino-Borgo San Donnino, Virtus Castelfranco-Fiorano, Bibbiano San Polo-Castelvetro, Piccardo Traversetolo-Rolo, San Michelese-Agazzanese e Real Formigine-Nibbiano Valtidone.
Classifica: Bagnolese, Rolo, Virtus Castelfranco, Felino, Folgore Rubiera San Fao e Arcetana 3 punti; Agazzanese, Bibbiano San Polo, Cittadella Vis San Paolo, Nibbiano Valtidone, Piccardo Traversetolo e San Felice 1; Borgo San Donnino, Castelvetro, San Michelese, Colorno, Real Formigine e Fiorano 0.

IN ARRIVO "FOLGORE RUBIERA SAN FAO MAGAZINE". Con l'approssimarsi del primo impegno casalingo di campionato, sta per tornare il consueto appuntamento con la nostra pubblicazione: le edizioni di quest'anno saranno ancora più ricche, passando da 4 a 8 pagine. Oltre a varie informazioni e approfondimenti su Prima squadra e Juniores regionale, fin dal primo numero potrete trovare una vasta gamma di notizie sul nuovo settore giovanile allargato Folgore-San Faustino-Atletico Bilbagno: di conseguenza, si tratterà di un magazine che si pone in piena linea con l'accordo tra società indipendenti nato in estate. Non mancherà inoltre uno spazio dedicato al campionato di Terza Categoria, con un focus sul San Faustino guidato da mister Chiossi.
La pubblicazione sarà distribuita domenica pomeriggio allo stadio "Valeriani", ma già domani mattina sarà possibile visualizzarla in anteprima sul sito www.folgorerubierasanfao.it .

Nella foto: il difensore biancorossoblù Daniele Vacondio.
Vai alla pagina ufficiale della Società
Oggi: nessuna partita
Domani: 17 partite
#edicolaedintorni
CARBONI MATTEO '01
CALCIO
Società
Campionati
Coppe
Torneo della Montagna
Comunicati FIGC
Calendario Partite
Archivio Storico
CALCIO E WEB
Comunicati società
Mercato
Tabella Promo-Retro
News
Forum
Figli di Un calcio Minore
91 minuto
Photogallery
MONDO CR
App
Facebook
Stadi
Oscar di calcioreggiano
Schedilettantina
Fantacalcio
Siti Amici
CALCIOREGGIANO
Utenti
Lavora con Noi
Risultati di CR sul tuo sito
Chi Siamo
Contatti
Mappa del Sito
Privacy Policy