Home
News
Forum
Rose 19/20
Mercato
Schedilettantina
Comunicati
Utente Anonimo
LOGIN
Registrati
Società
Elenco Società
Comunicati Società
Programma Gare
Tabellini Partite
Comunicati FIGC
Calciomercato
Svincolati
Tabella Promo&Retro
Campionati
Coppe
Marcatori
Fossil Cup
Conad Cup
Archivio Storico
Torneo della Montagna
I CR
Forum
Collabora con noi
I risultati sul tuo sito!
Area Riservata
Visite
Siti Amici
Mondo CR
Schedilettantina
Oscar del Calcio
Speciale Stadi
Fantacalcio
Il Resto del Mondo
Figli di un calcio minore
<< Torna indietro
29/10/2019 - JUNIORES, FOLGORE RUBIERA SAN FAO A VELE SPIEGATE: SABATO CI SARÀ PERÒ IL DERBY SUL CAMPO DELL'ARCETANA, PRIMA DELLA CLASSE E ANCORA IMBATTUTA. TARSIA: "SIAMO RIUSCITI A TROVARE UNA CONVINCENTE IDENTITÀ DI SQUADRA, PURE SUL PIANO MENTALE"
29/10/2019 -
Pur essendo in arrivo da ben 4 affermazioni consecutive, la Folgore Rubiera San Fao Juniores è assolutamente lontana dalla volontà di montarsi la testa: peraltro, la severità del prossimo impegno in programma obbliga a tenersi alla larga da ogni tipo di frase roboante. Sabato prossimo, 2 novembre, il girone C giungerà alla disputa dell'ottava giornata: i biancorossoblù saranno di scena in uno tra i derby più classici e attesi, che stavolta ha un significato di primo piano anche a livello di graduatoria. A partire dalle ore 15, i nostri beniamini saranno di scena sul terreno del "Comunale" di via Caraffa ad Arceto: si tratta quindi della sfida contro i padroni di casa biancoverdi, attualmente primi della classe e fin qui ancora imbattuti.

"Senza dubbio siamo partiti a rilento, sia sul piano del gioco sia per quanto riguarda i risultati - evidenzia il difensore rubierese Matteo Tarsia - Tuttavia, le difficoltà di inizio stagione non hanno mai dato luogo a eccessivi allarmismi: visto che siamo un gruppo in buona parte rinnovato rispetto alla scorsa stagione, avevamo parzialmente messo in preventivo alcune difficoltà in merito all'individuazione del migliore amalgama di squadra. In buona sostanza è servito un po' di tempo per trovare una convincente identità di squadra: ora ci stiamo man mano riuscendo, seguendo con precisione le attente indicazioni di mister Roberto Cavalletti e del suo vice Antonio Erario. Tutto questo senza dimenticare il rilevante ruolo del ds Andrea Ippolito, che a sua volta è sempre attentissimo nel leggere con efficacia gli umori dell'intero gruppo".

Nella fattispecie, che cosa è davvero cambiato in queste ultime quattro gare? I successi contro Vezzano, Maranello, Vignolese e San Michelese hanno impresso una consistente sterzata positiva al vostro rendimento...
"Il poker di affermazioni da cui proveniamo è direttamente figlio della qualità del lavoro che portiamo avanti durante gli allenamenti. Cavalletti ci sta dando un'impostazione di gioco efficace, che inoltre valorizza al meglio le peculiarità tecnico-agonistiche di ciascuno: inoltre, ritengo che il nostro entusiasmo abbia un ruolo a dir poco basilare nel cammino che stiamo portando avanti. Tanto per usare un'efficace espressione gergale, quando siamo in campo abbiamo sempre la ferrea volontà di "spaccare": sia durante il lavoro settimanale, sia nel corso della partita del sabato".

Tre giorni fa vi siete resi protagonisti della vittoria interna sulla San Michelese: anche se i "Draghi" sono ultimi in classifica, la Folgore Rubiera San Fao si è imposta solo di stretta misura. Come te lo spieghi?
"Di certo non pensavamo affatto di fare sfracelli sotto l'aspetto del punteggio: infatti, la nostra ferma autostima non va affatto scambiata per facile supponenza. La situazione di classifica non sposta di una virgola l'approccio che abbiamo nell'affrontare ogni singolo impegno: determinazione e concentrazione devono sempre essere massime, indipendentemente dal momento che i rivali di turno stanno attraversando. Anche sabato scorso siamo stati capaci di seguire questa stessa lunghezza d'onda, e si tratta di un atteggiamento che ci ha dato nuovamente ragione: del resto la San Michelese merita di più rispetto al suo attuale ultimo posto, e ne eravamo ben consapevoli fin da prima del fischio d'inizio".

Come vi presenterete ad Arceto? Qualche assenza?
"C'è un punto interrogativo su Matteo Abete, che in queste ultime settimane era fuori causa infortunio: ancora non sappiamo se riusciremo a recuperarlo in tempo per sabato prossimo. Quanto al resto, per il momento non si profilano altri problemi di infermeria: salvo sgradevoli sorprese dell'ultima ora, saremo nel pieno delle forze per sfidare un'avversaria di altissimo livello come l'Arcetana".

Quale sarà il cammino da seguire per cercare di sorprendere i biancoverdi?
"Fin qui loro non hanno mai perso, e dunque il loro 1° posto in classifica non deve certo stupire: i padroni di casa sono quindi contraddistinti da numeri di spessore, che però non influenzano il modo in cui ci stiamo preparando alla partita. Ancora una volta stiamo lavorando per esprimere il nostro gioco in modo chiaro ed efficiente, evitando di lasciare che sia l'Arcetana a impostare i ritmi e le dinamiche della partita: sappiamo benissimo di essere attesi da un compito in salita, ma la propensione allo spavento non fa parte del nostro dna".

Se pure in via Caraffa arrivasse una vittoria, la Folgore Rubiera San Fao potrebbe inserirsi a pieno titolo tra le maggiori potenze del gruppo C?
"Non credo proprio: o quantomeno, penso che in ogni caso sarà ancora troppo presto per poter emettere dei giudizi così netti e definitivi. Stiamo infatti vivendo un campionato ricco di sorprese, e di risultati del tutto inattesi. I punti in palio sabato prossimo pesano parecchio, specie considerando le elevate tradizioni che caratterizzano questa sfida tra Arcetana e Folgore: d'altro canto, si tratta di una sfida che non emetterà alcun tipo di sentenza. Per meglio interpretare i rapporti di forza tra le varie squadre, dovremo aspettare quantomeno la conclusione della fase di andata".

A livello personale, Tarsia, sei soddisfatto del percorso che stai compiendo in questa tua nuova stagione con la casacca rubierese?
"Per il momento, i riscontri che sto ricevendo in allenamento mi paiono confortanti: fin qui non ho giocato moltissimo, ma ovviamente le decisioni del mister meritano pieno rispetto. Da ora in avanti, il mio obiettivo è quello di riuscire a guadagnare un minutaggio sempre crescente: non solo per gratificazione personale, ma anche e soprattutto per essere sempre più utile a questo gruppo di così grande valore".

QUI ARCETANA. "Fin da inizio stagione, sapevamo di avere una squadra in grado di fare bene - spiega Emanuele Fiaccadori, direttore sportivo dell'Arcetana Juniores - Del resto abbiamo un gruppo di 2002 che riteniamo tra i più forti della provincia: inoltre, pure i ragazzi delle altre annate stanno dando un contributo davvero di primissimo piano. D'altro canto, questo attuale primato in graduatoria senza sconfitte rappresenta una sorpresa persino per noi: la squadra sta andando oltre le migliori aspettative, e il derby con la Folgore Rubiera San Fao sarà un'ulteriore occasione per dimostrare quanto valiamo". Il tecnico biancoverde Patrick Veneselli non potrà contare sull'organico al completo: "Purtroppo mancherà ancora il lungodegente Maltempo - rimarca Fiaccadori - Resta poi un dubbio sulle condizioni dell'attaccante Abdelaziz, ma siamo ragionevolmente ottimisti sul fatto di poterlo recuperare in tempo per sabato. Il percorso di vittoria che la Folgore sta portando avanti non mi meraviglia affatto - aggiunge il ds - Cavalletti può contare su un organico di prim'ordine, e ritengo che in questo imminente derby saranno i dettagli a fare la differenza. A livello generale, ovviamente per le sentenze bisogna ancora aspettare parecchio: d'altro canto, se dovessimo sconfiggere anche la Folgore Rubiera San Fao, penso proprio che le nostre ambizioni prenderebbero forma in modo ancora più marcato".

Le altre partite dell'ottavo turno sono Vignolese-Maranello, Castellarano-Castelvetro, Atletico Montagna-Savignano, United Albinea-Vezzano, San Michelese-Scandianese/Casalgrandese e Real Formigine-Fiorano.
Classifica del campionato Juniores regionale - girone C: Arcetana 17 punti; Castelvetro e Real Formigine 16; Folgore Rubiera San Fao e Castellarano 13; Scandianese/Casalgrandese 11; Fiorano e Vignolese 10; Savignano 9; Vezzano 7; Atletico Montagna e Maranello 5; United Albinea 3; San Michelese 1.

Nella foto Matteo Tarsia, difensore della Folgore Rubiera San Fao Juniores.
Vai alla pagina ufficiale della Società
Oggi: nessuna partita
Domani: 55 partite
#edicolaedintorni
D'APONTE ANTONINO
CALCIO
Società
Campionati
Coppe
Torneo della Montagna
Comunicati FIGC
Calendario Partite
Archivio Storico
CALCIO E WEB
Comunicati società
Mercato
Tabella Promo-Retro
News
Forum
Figli di Un calcio Minore
91 minuto
Photogallery
MONDO CR
App
Facebook
Stadi
Oscar di calcioreggiano
Schedilettantina
Fantacalcio
Siti Amici
CALCIOREGGIANO
Utenti
Lavora con Noi
Risultati di CR sul tuo sito
Chi Siamo
Contatti
Mappa del Sito
Privacy Policy