Home
News
Forum
Rose 19/20
Mercato
Schedilettantina
Comunicati
Utente Anonimo
LOGIN
Registrati
Società
Elenco Società
Comunicati Società
Programma Gare
Tabellini Partite
Comunicati FIGC
Calciomercato
Svincolati
Tabella Promo&Retro
Campionati
Coppe
Marcatori
Fossil Cup
Conad Cup
Archivio Storico
Torneo della Montagna
I CR
Forum
Collabora con noi
I risultati sul tuo sito!
Area Riservata
Visite
Siti Amici
Mondo CR
Schedilettantina
Oscar del Calcio
Speciale Stadi
Fantacalcio
Il Resto del Mondo
Figli di un calcio minore
NEWS - CINQUANTASETTESIMA PUNTATA
<< Torna indietro
ALTRE NEWS
CINQUANTASETTESIMA PUNTATA

…il punto sui campionati meno conosciuti ovvero basta che ci siano 22 uomini che calciano una palla…a cura di Daniele Mercati
Il Resto del mondo - 03/02/2011

Altra versione speciale del nostro appuntamento dedicato soprattutto alla Coppa d’Asia che ci ha regalato davvero tante soddisfazioni…leggete e scoprirete il perché!






COPPA D'ASIA
Come promesso ci ritroviamo a distanza di due settimane per trarre tutte le conclusioni sul torneo appena andato in archivio. Ci tocca mettere da parte la modestia e gonfiare il petto d’orgoglio nel dire che, tutti i pronostici che avevamo azzardato nell’analisi pre-quarti di finale, compreso il nome della vincente assoluta, sono stati azzeccati: chi avrà la pazienza di rileggersi l’articolo sulla Coppa d’Asia della puntata n. 55 scoprirà proprio che tutte le nostre previsioni si sono avverate. Dopo questo prologo auto celebrativo veniamo al racconto dei fatti: a dire il vero fin dai quarti di finale ci sono state sfide in bilico fino all’ultimo, l’Australia e la Corea del Sud hanno avuto la meglio rispettivamente di Iraq e Iran solo grazie ad una rete nei tempi supplementari, mentre il Giappone ha compiuto un’impresa eliminando i padroni di casa del Qatar ribaltando lo svantaggio di 2-1 in 10 uomini contro 11 (finale 3-2); nell’ultimo quarto l’Uzbekistan ha eliminato la Giordania senza particolari problemi. Si arriva così alle semifinali con i seguenti accoppiamenti: Uzbekistan-Australia e Giappone-Corea del Sud. Le due sfide sono state quanto di più diverso si possa immaginare: nella prima non c’è stata assolutamente storia, i canguri si sono imposti con un risultato tennistico di 6-0 che poteva assumere dimensioni ben più ampie, mentre nella seconda sono serviti i calci di rigore per determinare la finalista; nel primo tempo regolamentare botta e risposta con i coreani per primi avanti, poi non succede più nulla e si va ai supplementari dove è il Giappone che si porta in vantaggio salvo poi farsi raggiungere all’ultimo respiro; dagli undici metri la Corea del Sud non ne azzecca uno e in finale ci va il team del Sol Levante. Dunque all’ultimo atto si sono affrontate l’Australia, alla seconda partecipazione alla Coppa d’Asia (nella prossima sarà il paese organizzatore), e il Giappone che assieme ad Arabia Saudita e Iran era la nazione che aveva vinto più volte (3). Il match, come tutte le finali, è stato molto equilibrato e a spezzare l’equilibrio è servito un gol fantastico di Tadanari Lee a 10 minuti dalla fine del secondo tempo supplementare che ha fatto trionfare la truppa di Zaccheroni. In definitiva siamo felici anche noi visto che dentro questa vittoria c’è un pezzo di tricolore: l’allenatore romagnolo ha portato così il Giappone ad essere la nazionale asiatica più titolata (4° sigillo), ma rilancia immediatamente la sfida in vista della prossima Coppa America che si giocherà nel Luglio 2011. Ebbene sì, avete capito bene, il Giappone, così come il Messico, è stato invitato dalla CONMEBOL a partecipare alla massima competizione calcistica sudamericana…se ne vedranno delle belle!

SPAGNA
In Liga Adelante si è appena superata la metà del cammino che porterà alla determinazione delle due squadre promosse direttamente alla Liga e per il Betis Siviglia è tutto da rifare. Raggiunto un massimo vantaggio sulla seconda in classifica di 6 punti, i cugini “poveri” di Siviglia hanno dilapidato tutto in poche giornate facendosi così rimontare dal Rayo Vallecano e dal Celta Vigo che fin dall’inizio dell’anno si sono dimostrate le uniche vere alternative. La crisi del Betis Siviglia curiosamente si è aperta dopo aver battuto il Barcellona nella gara di ritorno dei quarti di finale di Coppa del Re (partita pressoché inutile dopo il 5-0 per il Barca all’andata), incappando in due sconfitte esterne consecutive che hanno permesso il rientro in gioco delle avversarie. Sia Rayo Vallecano che Celta Vigo stanno facendo capire di fare sul serio e di potersi giocare tutte le loro carte fino alla fine: i primi hanno aperto una striscia di 4 vittorie consecutive mentre i secondi non perdono da ben 10 partite e sono l’undici meno battuto di tutto il torneo. Man mano che passa il tempo le tre formazioni battistrada stanno facendo il vuoto (il vantaggio del Celta Vigo sulla quarta è di 9 punti) formando un terzetto in fuga di cui però, come sappiamo, una dovrà accontentarsi di giocare i playoff. Questo è un campionato lunghissimo, ma guardando il calendario salta subito all’occhio come il passaggio cruciale sarà quello a cavallo tra la 31’ e 32’ giornata dove il Betis Siviglia incontrerà consecutivamente le due formazioni nemiche. Del gruppone che aspira ad un posto nei playoff fanno parte almeno 10 squadre divise da pochi punti considerando il fatto che le formazioni “riserve” non possono ambire alla promozione se nella serie maggiore milita la loro prima squadra, quindi ora come ora le sempre positive Villarreal B e Barcellona B lascerebbero il posto a compagini peggio posizionate in classifica. In notevole difficoltà segnaliamo due neoretrocesse dalla Liga passata: quella messa peggio è il Tenerife che staziona sempre all’ultimo posto staccata di 5 punti dalla zona salvezza, ma anche il Valladolid che era partito abbastanza bene ha imboccato un tunnel pericoloso vincendo solo 1 delle ultime 10 partite e perdendone 7, la zona calda è a sole 3 lunghezze.


Rubrica nella Rubrica IL PIATTO FORTE
Tutti a tavola, quest’oggi serviamo una squisita ”Bomba di riso” come tante bombe (di mercato) che ci hanno riservato i dirigenti delle squadre di tutta Europa in questo Gennaio. Più che un mercato di riparazione è stato un vero e proprio mercato di rafforzamento, tanto che stiamo cominciando ad entrare nell’ottica di idee che esistono due sessioni di compravendita che si equivalgono, una estiva ed una invernale. Un tempo gli acquisti di Gennaio servivano solo alle squadre che avevano giocatori importanti fuori per infortunio, mentre ora tutti aspettano questo mese per stravolgere le rose e prepararsi al gran finale di stagione, del resto molte cose stanno cambiando nel calcio e questa è una. Dunque mai come quest’anno le “bombe” di mercato non sono state solo sparate sui giornali ma si sono anche concretizzate e riguardano, com’è ovvio, soprattutto l’estero, dove non è un mistero circolano ben più soldi che da noi. I due maggiori colpi sono stati messi a segno, manco a dirlo, da due colossi inglesi, il Manchester City si è assicurato Edin Dzeko e il Chelsea ha prelevato Fernando Torres, entrambi a cifre stratosferiche. Le due società che hanno ceduto i loro gioielli (Wolfsburg e Liverpool) non hanno tradito i loro tifosi reinvestendo quasi tutto il guadagno in altri acquisti: soprattutto c’è la curiosità di vedere in un campionato di primo livello Luis Suarez (passato dall’Ajax ai “reds”) che farà coppia con l’astro nascente Andrew Carroll, invece nella città della Volkswagen sono sbarcati tanti piccoli talenti dalle belle aspettative di cui scopriremo il valore strada facendo. Come spesso accade al termine di una manifestazione importante, anche in occasione della Coppa d’Asia appena conclusa i gioiellini che si sono messi in mostra riescono a strappare un ingaggio da un team del vecchio continente: succede così che il capocannoniere del torneo, il sudcoreano Koo Ja-Cheol vada in Germania (sempre al Wolfsburg) così come il giapponese Okazaki autore di una tripletta contro l’Arabia Saudita (destinazione Stoccarda). Sarà il tempo a dirci se questi sono stati buoni investimenti anche se si ha l’impressione che i veri talenti asiatici che hanno partecipato alla rassegna siano quelli che già militano nelle squadre europee. Per quanto riguarda il nostro orticello, poco da segnalare; nel campionato italiano ci sono pochi denari da spendere, il livello scende di anno in anno e i fatti stanno lì a dimostrarlo (ricordiamoci che dall’anno prossimo al 99% qualificheremo solo 3 club per la Champions League): emblematico è il caso della Juventus, la società più bisognosa di intervenire sulla rosa vista la situazione di classifica e di infermeria, ridottasi all’ultimo giorno disponibile per acquistare in prestito Alessandro Matri dal Cagliari che comunque sembra un buon affare. Siamo arrivati all’ultima forchettata del nostro piatto forte, ora si ricomincia a giocare, e da qui a qualche mese potremo dare i voti ai Direttori Sportivi dei vari club sul loro operato.



Rubrica nella Rubrica TOH, CHI SI RIVEDE
Lo avevamo già anticipato qualche tempo fa (vedere il pezzo sulla Serbia della puntata n. 51), ma ora ne parliamo un po’ più approfonditamente: per rilanciare le proprie ambizioni la Stella Rossa di Belgrado ha chiamato in panchina Robert Prosinecki (42 anni, nella foto in alto) che intraprende così la sua prima esperienza da coach dopo una brillante carriera da calciatore. Di ruolo centrocampista, dotato di classe cristallina e di uno spiccato senso del gol, Prosinecki della Stella Rossa ne è stato giocatore per diversi anni conquistando con quella maglia l’ultimo grande trofeo del club, la Coppa dei Campioni 1990/91. Ora i tempi sono decisamente cambiati, competere con certi colossi che hanno le casse piene di euro per squadre di paesi economicamente deboli è diventato quasi impossibile, per questo la vittoria del massimo trofeo europeo di quell’anno rimarrà a lungo ineguagliato. Ma torniamo alla carriera del protagonista settimanale di questa “rubrica nella rubrica”: nato in Germania ma di nazionalità croata e affermatosi nella squadra che ora guida, ha vestito successivamente le maglie di alcuni tra i club più prestigiosi del mondo tra cui il Real Madrid e il Barcellona. In Spagna gioca anche nell’Oviedo e nel Siviglia ma ciononostante non è mai riuscito a vincere La Liga. Terminata la sua avventura iberica che durò 6 stagioni il nostro fece ritorno in patria per giocare nella Dinamo Zagabria per 3 anni, salvo poi cominciare un pellegrinaggio che lo portò a calcare i campi anche dei campionati inglese, belga e sloveno. Anche con la nazionale del suo paese Robert si è tolto diverse soddisfazioni: pensate solo a cosa significa raggiungere le semifinali di un Mondiale (quello del 1998 giocatosi in Francia) facendo parte della selezione di un piccolo paese come la Croazia neonato sia politicamente che calcisticamente. Prosinecki appende gli scarpini al chiodo al termine della stagione 2003/04 e dopo diversi anni da assistente tecnico della nazionale croata ora ha finalmente la possibilità di essere la prima guida di un gruppo tutto suo: la missione non è semplice, subentrare in corsa in un team costruito da altri è molto complicato, ma soprattutto interrompere il dominio dei rivali cittadini che in Serbia dura da 3 anni è un ardito presupposto.

News commentabile da utenti registrati - News commentabile da utenti non registrati

Ho capito tutto...
commento del 07/02/2011 alle 15:59 in risposta a
sempreio
MI SCUSI PROFESSORE

si scrive "sempre io".
RISPONDI

sempreio
commento del 07/02/2011 alle 11:49 in risposta a
Ho capito tutto...
Dopo quel "vi tornerà indietro tutto con LI interessi..." ho capito tutto.

MI SCUSI PROFESSORE
RISPONDI

Ho capito tutto...
commento del 07/02/2011 alle 09:04 in risposta a
GOBBO RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE
ma cosa ha attinto alla juve!!?? chi snejder,lucio,milito tutti giocatori dal passato juventino giusto??!! siete la vergogna del calcio mondiale,quando andiamo all'estero ci conoscono come mafiosi e rubacchioni grazie anche a voi...vi eliminerei dal calcio mondiale non siete degni di esistere!! e ora le state scontando tutte le malefatte e i trucchetti vari!! la vita è come la divina commedia prima o poi tutto torna indietro e voi vi tornerà indietro tutto con li interessi il vostro incubo è appena iniziato!! sentire che vi lamentate degli arbitri e come vedere una prostituta rivendicare la propria verginità SIETE PATETICI come quel rampolletto che avete come presidente(se così si può chiamare) fate un favore all'umanità intera:autoeliminatevi dal calcio che fate contenti tutti!! dai basta poco! JUVE MERDA

Dopo quel "vi tornerà indietro tutto con LI interessi..." ho capito tutto.
RISPONDI

Il male del calcio
commento del 05/02/2011 alle 19:07 in risposta a
GOBBO RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE
ma cosa ha attinto alla juve!!?? chi snejder,lucio,milito tutti giocatori dal passato juventino giusto??!! siete la vergogna del calcio mondiale,quando andiamo all'estero ci conoscono come mafiosi e rubacchioni grazie anche a voi...vi eliminerei dal calcio mondiale non siete degni di esistere!! e ora le state scontando tutte le malefatte e i trucchetti vari!! la vita è come la divina commedia prima o poi tutto torna indietro e voi vi tornerà indietro tutto con li interessi il vostro incubo è appena iniziato!! sentire che vi lamentate degli arbitri e come vedere una prostituta rivendicare la propria verginità SIETE PATETICI come quel rampolletto che avete come presidente(se così si può chiamare) fate un favore all'umanità intera:autoeliminatevi dal calcio che fate contenti tutti!! dai basta poco! JUVE MERDA

Il male del calcio è questo, stravolgere quella che dovrebbe essere una sana rivalità sportiva del gioco più bello del mondo e esasperarla fino a farla diventare una lotta verbale o peggio fisica (negli stadi). Abbassa i toni di contrasto e sostieni la tua squadra lasciando sostenere agli altri la propria.
RISPONDI

fai un lavoro!
commento del 05/02/2011 alle 19:00 in risposta a
GOBBO RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE
ma cosa ha attinto alla juve!!?? chi snejder,lucio,milito tutti giocatori dal passato juventino giusto??!! siete la vergogna del calcio mondiale,quando andiamo all'estero ci conoscono come mafiosi e rubacchioni grazie anche a voi...vi eliminerei dal calcio mondiale non siete degni di esistere!! e ora le state scontando tutte le malefatte e i trucchetti vari!! la vita è come la divina commedia prima o poi tutto torna indietro e voi vi tornerà indietro tutto con li interessi il vostro incubo è appena iniziato!! sentire che vi lamentate degli arbitri e come vedere una prostituta rivendicare la propria verginità SIETE PATETICI come quel rampolletto che avete come presidente(se così si può chiamare) fate un favore all'umanità intera:autoeliminatevi dal calcio che fate contenti tutti!! dai basta poco! JUVE MERDA



SCOPPIA !
RISPONDI

GOBBO RAZZA IN VIA DI ESTINZIONE
commento del 05/02/2011 alle 14:54 in risposta a
JUVENTINO DOC
La juve da fastidio comunque , perche se si lamenta non puo lamentarsi, se vince ( anche adesso RUBA ) , se perde perchè siamo penosi .
Gli unici penosi in questa storia sono l'Inter il suo presidente e la sua società di incompetenti che per 10 anni ha preso bidoni e se la prendeva con la juve che aveva i campioni, ora basti pensare che per vincere ha attinto a mani basse nella rosa Juventina.
QUando si perdono i campionati di 20pti non esite suddiatnza o problematiche del genere, se perdi per un episodio e alla fine dell'anno sei dietro di un punto allora si che ti devi incazzare ma se c'è un distacco abissale allora vuol dire che non solo la juve ti ha messo in difficoltà ma anche il campionato stesso per te era troppo equilibrato e se non domini in generale non puo pretendere di vincere .

ma cosa ha attinto alla juve!!?? chi snejder,lucio,milito tutti giocatori dal passato juventino giusto??!! siete la vergogna del calcio mondiale,quando andiamo all'estero ci conoscono come mafiosi e rubacchioni grazie anche a voi...vi eliminerei dal calcio mondiale non siete degni di esistere!! e ora le state scontando tutte le malefatte e i trucchetti vari!! la vita è come la divina commedia prima o poi tutto torna indietro e voi vi tornerà indietro tutto con li interessi il vostro incubo è appena iniziato!! sentire che vi lamentate degli arbitri e come vedere una prostituta rivendicare la propria verginità SIETE PATETICI come quel rampolletto che avete come presidente(se così si può chiamare) fate un favore all'umanità intera:autoeliminatevi dal calcio che fate contenti tutti!! dai basta poco! JUVE MERDA
RISPONDI

JUVENTINO DOC
commento del 04/02/2011 alle 10:45 in risposta a
wjuventus2
La mia personale opinione è che Dzeko diventerà uno dei più forti attaccanti del mondo, il tempo ci sarà la risposta...
Poi non capisco cosa significa che la vera rovina del calcio è la Juve? Ora che non vinciamo più, ora che non ci qualifichiamo più per le Coppe europee, ora che gli arbitri ci danno addosso, ora che compriamo solo bidoni...che fastidio diamo scusate?

La juve da fastidio comunque , perche se si lamenta non puo lamentarsi, se vince ( anche adesso RUBA ) , se perde perchè siamo penosi .
Gli unici penosi in questa storia sono l'Inter il suo presidente e la sua società di incompetenti che per 10 anni ha preso bidoni e se la prendeva con la juve che aveva i campioni, ora basti pensare che per vincere ha attinto a mani basse nella rosa Juventina.
QUando si perdono i campionati di 20pti non esite suddiatnza o problematiche del genere, se perdi per un episodio e alla fine dell'anno sei dietro di un punto allora si che ti devi incazzare ma se c'è un distacco abissale allora vuol dire che non solo la juve ti ha messo in difficoltà ma anche il campionato stesso per te era troppo equilibrato e se non domini in generale non puo pretendere di vincere .
RISPONDI

wjuventus2
commento del 03/02/2011 alle 17:35 in risposta a
non sono d'accordo
con i colpi più importanti siano dzeko e torres...
passi per il nìnò, ma sicuramente al secondo posto metterei pazzini e se ritrova la forma Cassano.
Dzeko è comunque una scommessa e far 50 gol in bundesliga non significa nulla.
Il nostro calcio sarà in decadenza ma siamo i detentori della champions in carica ( e campioni del mondo per club).
La vera rovina d'Italia è la juve.

La mia personale opinione è che Dzeko diventerà uno dei più forti attaccanti del mondo, il tempo ci sarà la risposta...
Poi non capisco cosa significa che la vera rovina del calcio è la Juve? Ora che non vinciamo più, ora che non ci qualifichiamo più per le Coppe europee, ora che gli arbitri ci danno addosso, ora che compriamo solo bidoni...che fastidio diamo scusate?
RISPONDI

non sono d'accordo
commento del 03/02/2011 alle 16:38

con i colpi più importanti siano dzeko e torres...
passi per il nìnò, ma sicuramente al secondo posto metterei pazzini e se ritrova la forma Cassano.
Dzeko è comunque una scommessa e far 50 gol in bundesliga non significa nulla.
Il nostro calcio sarà in decadenza ma siamo i detentori della champions in carica ( e campioni del mondo per club).
La vera rovina d'Italia è la juve.
RISPONDI

bella vittoria intendevo...
commento del 03/02/2011 alle 13:20 in risposta a
tre cose...
1) Complimenti a Zac per la bella vitria che lo rilancia come tecnico;
2) a me gniù na voia di bomba di riso da paura... sabato cheido a mia madre se me la fa...
3) Grande Prosinecki... uno dei tantissimi talenti allo stato puro della Croazia di qualche anno fa, insieme ai vari Boban, Boksic, Suker ecc... grande squadra, che accarezzò un sogno "stroncato" da una doppietta di Thuram!!!


RISPONDI

tre cose...
commento del 03/02/2011 alle 13:18

1) Complimenti a Zac per la bella vitria che lo rilancia come tecnico;
2) a me gniù na voia di bomba di riso da paura... sabato cheido a mia madre se me la fa...
3) Grande Prosinecki... uno dei tantissimi talenti allo stato puro della Croazia di qualche anno fa, insieme ai vari Boban, Boksic, Suker ecc... grande squadra, che accarezzò un sogno "stroncato" da una doppietta di Thuram!!!
RISPONDI
Oggi: 4 partite
Domani: 60 partite
#edicolaedintorni
CAMPANI LUCA '89
CALCIO
Società
Campionati
Coppe
Torneo della Montagna
Comunicati FIGC
Calendario Partite
Archivio Storico
CALCIO E WEB
Comunicati società
Mercato
Tabella Promo-Retro
News
Forum
Figli di Un calcio Minore
91 minuto
Photogallery
MONDO CR
App
Facebook
Stadi
Oscar di calcioreggiano
Schedilettantina
Fantacalcio
Siti Amici
CALCIOREGGIANO
Utenti
Lavora con Noi
Risultati di CR sul tuo sito
Chi Siamo
Contatti
Mappa del Sito
Privacy Policy