Home
News
Le Interviste di CR
Tabellini
Rose 20/21
Schedilettantina
Comunicati
Utente Anonimo
LOGIN
Registrati
Società
Elenco Società
Comunicati Società
Programma Gare
Tabellini Partite
Comunicati FIGC
Calciomercato
Svincolati
Tabella Promo&Retro
Campionati
Coppe
Marcatori
Fossil Cup
Conad Cup
Archivio Storico
Torneo della Montagna
I CR
Forum
Collabora con noi
I risultati sul tuo sito!
Area Riservata
Visite
Siti Amici
Mondo CR
Schedilettantina
Oscar del Calcio
Speciale Stadi
Fantacalcio
Il Resto del Mondo
Figli di un calcio minore
NEWS - LE INTERVISTE DI CALCIOREGGIANO: LA VELOCE FIUMALBO
<< Torna indietro
LE INTERVISTE DI CALCIOREGGIANO: LA VELOCE FIUMALBO

Il responsabile della prima squadra e del progetto sportivo educativo giovanile, Marco Santi, ci porta all'interno della realtà di Fiumalbo
Salta il testo e vai ai commenti
calcioreggiano.comLe interviste di calcioreggiano - 29/04/2020

Continua il nostro approfondimento, in cui andremo a conoscere più a fondo le tante società che hanno deciso di sostenere Calcioreggiano e hanno voluto essere parte del nuovo progetto partito la scorsa estate. Nel corso dei prossimi mesi, attraverso queste interviste, scopriremo aneddoti, curiosità, persone e luoghi che ogni giorno segnano la storia del calcio dilettantistico, dalle categorie più blasonate a quelle che lo sono meno.

Quest’oggi abbiamo fatto due chiacchiere con Marco Santi, responsabile del progetto sportivo educativo giovanile e responsabile della prima squadra de La Veloce Fiumalbo, che milita nel girone F di seconda categoria.

Partiamo come di consueto dall’attualità. Pensate che le misure prese dalla federazione siano corrette? Secondo voi come è stata gestita questa situazione?
Quando facciamo valutazioni di questo tipo e dobbiamo giudicare il modo in cui qualcuno ha preso decisioni, non dobbiamo mai scordarci che ciò che è accaduto non era mai successo prima e entità e gravità sono state altissime. Detto ciò, credo che la Federazione si sia mossa in maniera corretta. Naturalmente saranno ancor più difficili le decisioni future, quelle che riguarderanno le decisioni sui campionati in corso. Saranno decisioni che inevitabilmente non andranno bene a tutti, ma penso, appunto per quello che ho accennato all’inizio, che serva, aldilà dei regolamenti, molto buon senso. Credo anche che le misure intraprese dal Ministro dello Sport siano giuste anche se di difficile totale realizzazione e mi auguro che le misure di sostegno al mondo del calcio dilettantistico possano aiutare le Società a permettere loro di continuare le attività soprattutto a livello giovanile.

Prima dello stop come procedeva il vostro campionato?
Il campionato si è interrotto dopo 18 partite e La Veloce Fiumalbo stava mantenendo perfettamente le aspettative. Al secondo anno in categoria eravamo partiti per raggiungere una salvezza più tranquilla e al momento dello stop avevamo sei punti di vantaggio sulla terzultima. La squadra, dopo un girone di andata con alti e bassi, ha trovato un suo giusto equilibrio, il rientro di alcuni giocatori e l’inserimento di giovani interessanti ha portato continuità di risultati.

C’è stata una squadra o giocatore avversario che vi ha maggiormente impressionato?
Penso che il campionato fosse particolarmente equilibrato nei valori. In ogni compagine spiccavano tre o quattro giocatori importanti per la categoria e tutti gli altri di buon livello. Se devo indicare i migliori giocatori del girone dico Frodati del Lama 80, Caselli del Corlo e il nostro Crovetti. Fisicamente le squadre sono risultate mediamente preparate e spesso ben messe in campo. Mi sono piaciute molto quando le abbiamo affrontate Maranese e Corlo, ma peccano un po’ di continuità. Mi hanno sorpreso molto anche gli Eagles Sassuolo. Per la vittoria del campionato pero devo dire che Solignano, Lama 80 e Zocca sono ed erano le mie favorite.

Facciamo ora un passo indietro e parliamo della vostra storia. Quali sono i traguardi, sportivi e non, che ricordate più volentieri come società?
La nostra società festeggerà i cento anni di storia nel 2022. Il nuovo progetto però, ha solo quattro anni di vita. Da luglio del 2016 la società è ripartita con un’attività prevalentemente giovanile con la partecipazione ai campionati del Centro Sportivo Italiano. In questo breve periodo i nostri traguardi sportivi sono stati tutti centrati e tutti ci hanno dato enorme soddisfazione. I nostri bambini, pur non ottenendo nessun risultato particolare, stanno crescendo in maniera costante. La prima squadra ha raggiunto al primo anno di iscrizione la vittoria in terza categoria e una grande e importante salvezza l’anno dopo.

Quale persona passata dalla vostra società ha lasciato secondo voi un segno indelebile?
In tanti anni di attività La Veloce Fiumalbo ha avuto moltissimi dirigenti che hanno portato avanti lo sport nel nostro paese. Da quando è partito questo nuovo progetto nel Luglio del 2016 io personalmente mi sono reso responsabile di tutto, ma ho assolutamente voluto vicino a me tre persone che fanno parte della storia di questa società, per quello che hanno fatto in passato e ora per quello che fanno e faranno in futuro. Il dirigente Beneventi Gianfranco, primo tifoso dei colori bianconeri, l’insostituibile Zanotti Danilo e il Professore Del Nista Pierluigi. I risultati che la prima squadra ha conseguito, come dicevo prima, sono sempre stati dedicati a loro.

Come si vive il calcio a Fiumalbo?
Molti sono gli appassionati, molti seguono la squadra e tantissimi sono i genitori e i parenti che assistono alle partite dei nostri bambini. Fiumalbo aveva bisogno del calcio settimanale. Quando è nato il nuovo progetto abbiamo pensato a questo. Abbiamo ottime strutture sportive, un’amministrazione comunale che è molto vicina allo sport soprattutto se riguarda i giovani e molti commercianti e artigiani che sostengono le nostre attività. In questi anni le cose sono andate molto bene pur nelle mille difficoltà che una società come la nostra deve mettere in conto.

Quali iniziative vengono portate avanti dalla società, in parallelo al mondo del calcio?
Tantissime iniziative sono state portate avanti dal nostro progetto. A livello giovanile pensiamo ai ragazzi a 360 gradi. Ci avvaliamo oltre che di allenatori e preparatori fisici anche di una psicologa e di una nutrizionista. Ogni tanto incontrano i nostri ragazzi per parlare con loro. Sono stati tenuti degli incontri anche con i genitori. Con loro ultimamente abbiamo fatto visita anche al Centro Federale di Coverciano, abbiamo sostenuto un allenamento e fatto visita al museo dello Sport. Moltissime sono state le feste, molte le cene nei nostri ristoranti, in genere in Agosto presentiamo squadra e nuove maglie. Interessante anche la giornata della famiglia in cui i ragazzi sfidano le mamme e i papà in una partita di calcio. Tantissime altre sono state e saranno le nostre iniziative, ma gli eventi a cui siamo sempre più legati sono quelli di solidarietà. Sono oramai anni che collaboriamo e sosteniamo l’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze.

A livello di settore giovanile com’è la situazione?
Ogni anno partecipiamo ai tornei giovanili del C.S.I. con una o due squadre. Terminata l’esperienza degli allievi 2002/2003 lo scorso anno, molti di loro fanno ora parte della prima squadra. Abbiamo una squadra dei 2007 e una dei 2006. La Scuola Calcio invece riguarda bambini del 2012/2013/2014: in tutto abbiamo 40 tesserati.

Non c’è solo il calcio però.
Fiore all’occhiello della nostra società risulta essere la nostra Scuola Danza, che vede impegnate 30 bambine/i nelle discipline di Baby Dance, Danza Classica e Danza Moderna. I nostri programmi riguardo i nostri ragazzi sono quelli di farli divertire, di permettere loro di crescere in un ambiente sano, e insegnare loro i veri valori dello sport.

Sperando che si possa tornare al più presto alla normalità, quali sono i vostri progetti per l’immediato futuro e cosa vi piacerebbe realizzare invece a lungo termine?
Come dicevo nel 2022, la nostra società compie 100 anni. Quel giorno il nostro paese farà festa. Abbiamo grosse idee per celebrare l’evento e siamo già al lavoro per questo. Come in tutti i compleanni ci sarà la torta. E la ciliegina?… Beh potrebbe essere… la prima categoria! Chissà?

Grazie e in bocca al lupo!



News commentabile da utenti registrati - News commentabile da utenti non registrati
Pagina
-
Pagina






Oggi: 1 partita
Domani: 1 partita
#edicolaedintorni
PINCHIORRI FRANCESCO
CALCIO
Società
Campionati
Coppe
Torneo della Montagna
Comunicati FIGC
Calendario Partite
Archivio Storico
CALCIO E WEB
Comunicati società
Mercato
Tabella Promo-Retro
News
Forum
Figli di Un calcio Minore
91 minuto
Photogallery
MONDO CR
App
Facebook
Stadi
Oscar di calcioreggiano
Schedilettantina
Fantacalcio
Siti Amici
CALCIOREGGIANO
Utenti
Lavora con Noi
Risultati di CR sul tuo sito
Chi Siamo
Contatti
Mappa del Sito
Privacy Policy