Home
News
Le Interviste di CR
Tabellini
Rose 20/21
Schedilettantina
Comunicati
Utente Anonimo
LOGIN
Registrati
Società
Elenco Società
Comunicati Società
Programma Gare
Tabellini Partite
Comunicati FIGC
Calciomercato
Svincolati
Tabella Promo&Retro
Campionati
Coppe
Marcatori
Fossil Cup
Conad Cup
Archivio Storico
Torneo della Montagna
I CR
Forum
Collabora con noi
I risultati sul tuo sito!
Area Riservata
Visite
Siti Amici
Mondo CR
Schedilettantina
Oscar del Calcio
Speciale Stadi
Fantacalcio
Il Resto del Mondo
Figli di un calcio minore
NEWS - LE INTERVISTE DI CALCIOREGGIANO: VIRTUS BAGNOLO
<< Torna indietro
LE INTERVISTE DI CALCIOREGGIANO: VIRTUS BAGNOLO

Il vice presidente Fabio Montanari e il mister Francesco Chiozzi ci parlano della società di Bagnolo
Salta il testo e vai ai commenti
calcioreggiano.comLe interviste di calcioreggiano - 21/05/2020

Continua il nostro approfondimento, in cui andremo a conoscere più a fondo le tante società che hanno deciso di sostenere Calcioreggiano e hanno voluto essere parte del nuovo progetto partito la scorsa estate. Nel corso dei prossimi mesi, attraverso queste interviste, scopriremo aneddoti, curiosità, persone e luoghi che ogni giorno segnano la storia del calcio dilettantistico, dalle categorie più blasonate a quelle che lo sono meno.

Questa volta abbiamo parlato con Fabio Montanari, vice presidente della Virtus Bagnolo, e Francesco Chiozzi, allenatore della prima squadra, che milita nel campionato di seconda categoria girone E.

Vice presidente, partiamo dalla gestione della situazione in questi ultimi mesi. Pensate che le misure prese dalla federazione siano corrette? Secondo voi come è stata gestita questa situazione?
La situazione non è semplice. Occorre analizzare il contesto generale del paese senza perdere di vista le priorità. Priorità che riteniamo come società, senza ombra di dubbio, la salute dei tesserati, delle loro famiglie, degli allenatori e dirigenti. Come società siamo stata una delle prime a sospendere le attività, trovando anche delle resistenze da parte di qualche nostro allenatore. Ma siamo sicuri di aver preso le decisioni giuste per affrontare questa emergenza. Sulle federazioni forse non tutte sono state chiare nel comunicare le loro intenzioni, altre invece sono state estremamente reattive e chiare.

Riguardo al campionato di seconda categoria abbiamo interpellato l’allenatore Francesco Chiozzi. Mister, come stava procedendo la stagione?
Fino allo stop abbiamo visto una squadra dai due volti, la prima parte della stagione con media da ultima della classe, mentre invece da dicembre fino allo stop eravamo la compagine con media punti da prima della classe. Come appunto dicevo vedendo le due fasi, direi che quello che ci si aspettava era questo a grandi linee in considerazione del fatto che il nostro obiettivo assoluto da neopromossa era una salvezza tranquilla.

C’è stata una squadra o giocatore avversario che vi ha maggiormente impressionato?
La squadra non che mi ha impressionato, ma che secondo me ha fatto vedere un bel calcio è la Folgore Mirandola. A mio modesto parere il giocatore che mi è piaciuto di più sia in campo che fuori è Diego Napolitano della Virtus Campogalliano.

Torniamo a parlare con il vice presidente Montanari, riguardo alla storia della compagine di Bagnolo. Quali sono i traguardi, sportivi e non, che ricordate più volentieri come società?
Per la Virtus Bagnolo il traguardo più bello è vedere i campi pieni di bambini e ragazzi fare allenamenti e partite. Poterli educare a stare in gruppo, rispettare i propri compagni, allenatori ed avversari è la vittoria più bella che ci possa essere. Poi, chiaramente, per chi fa sport, esiste una componente legata ai risultati sportivi da considerare: la stagione sportiva 2018-2019 ha avuto grandi risultati per la Virtus. La squadra 2010 vincitrice del Torneo Don Bosco CSI, Scolastico CSI. I Giovanissimi FIGC 2004 con un bellissimo percorso al Cavazzoli. La prima squadra vincitrice del campionato di Terza Categoria con la promozione storica in Seconda… Ma anche gli anni passati hanno avuto sempre dei traguardi raggiunti importanti. Poi aggiungo anche la considerazione di altre società nei nostri confronti, di società importante che lavora con metodo e professionalità.

Quale persona passata dalla vostra società ha lasciato secondo voi un segno indelebile?
Ci sono tante persone importanti e fondamentali per la Virtus, da tutti gli allenatori e dirigenti, alle famiglie stesse. Sarebbe riduttivo fare dei nomi, però la figura del fondatore della Virtus, Guido Mora, è stata per noi una guida fondamentale ed importantissima. Poi, oltre venticinque anni fa, dei dirigenti, ancora presenti in Virtus, hanno riorganizzato e dato struttura alla società, creando quello che oggi è il settore giovanile della Virtus: Andrea Aldini, Lorenzo Iotti, Gianluca Paoli e Davide Andreoli. La loro capacità di coinvolgere noi ragazzi più giovani ha dato i suoi frutti…

Come si vive il calcio a Bagnolo in Piano?
Bagnolo, parlando di calcio, ritengo sia un paese veramente importante. Due società storiche come Virtus e Bagnolese, con percorsi diversi ma risultati eccellenti, fanno sì che i fine settimana siano ricchi di appuntamenti per gli appassionati di calcio.

Chi sono coloro che lavorano dietro le quinte?
Virtus Bagnolo gestisce ad oggi 3 strutture sportive differenti: il campo parrocchiale, il campo sportivo Soave e lo Stadio Campari. Per fare tutto ciò occorrono tante persone per la gestione dei campi, per la pulizia degli spogliatoi facendo trovare pronti i campi per le attività. Poi la Segreteria, per gestire tutta la parte amministrativa, la squadra Marketing per trovare e gestire le sponsorizzazioni, tutti i dirigenti. La squadra Comunicazione, presente sugli allenamenti e partite per fare foto e video per poi gestire tutti i profili social della società. Uno squadrone di oltre 50 tesserati che la società RINGRAZIA con tutto il cuore, precisando che sono tutti volontari.

Quali iniziative vengono portate avanti dalla società, in parallelo al mondo del calcio?
Virtus Bagnolo, da oltre vent’anni, organizza una delle feste più importanti di Bagnolo: la Festa dello Sport. Festa che richiama tantissima gente, e che articolata in 7 serate trova anche spazio per ricordare un nostro Amico, scomparso troppo presto, dedicando una serata al Grade. Legato a questo, Virtus ha deciso ormai da qualche anno, di non far comparire sulle nuove mute da gioco gli sponsor, ma solo il logo del Grade, per sensibilizzare sempre di più i propri tesserati e famiglie a questo importantissimo scopo.

Parliamo anche del vostro settore giovanile e diamo una panoramica totale sulla società. Quanti sono i tesserati?
Si possono contare in totale oltre 350 tesserati, considerando che sono presenti tutte le annate dalla prima elementare agli juniores, per arrivare alla prima squadra. Per tante annate è possibile trovare una doppia squadra iscritta ai campionati, avendo gruppi squadra numerosi, oltre 50 dirigenti e allenatori… Questi sono alcuni numeri della Virtus Bagnolo.

Sperando che si possa tornare al più presto alla normalità, quali sono i vostri progetti per il futuro?
I programmi e gli obbiettivi futuri, nella speranza di poter ripartire a Settembre, sono di continuare a fare ciò che si è sempre fatto, cercando sempre di migliore, cercando di fare meno errori possibili, cercando di essere un riferimento importante per tutti i nostri bambini, ragazzi e per le loro famiglie.

Grazie e in bocca al lupo!

News commentabile da utenti registrati - News commentabile da utenti non registrati
Pagina
-
Pagina






Oggi: 1 partita
Domani: 1 partita
#edicolaedintorni
ALBARELLI MAURO
CALCIO
Società
Campionati
Coppe
Torneo della Montagna
Comunicati FIGC
Calendario Partite
Archivio Storico
CALCIO E WEB
Comunicati società
Mercato
Tabella Promo-Retro
News
Forum
Figli di Un calcio Minore
91 minuto
Photogallery
MONDO CR
App
Facebook
Stadi
Oscar di calcioreggiano
Schedilettantina
Fantacalcio
Siti Amici
CALCIOREGGIANO
Utenti
Lavora con Noi
Risultati di CR sul tuo sito
Chi Siamo
Contatti
Mappa del Sito
Privacy Policy