Home
News
Le Interviste di CR
Tabellini
Rose 20/21
Schedilettantina
Comunicati
Utente Anonimo
LOGIN
Registrati
Società
Elenco Società
Comunicati Società
Programma Gare
Tabellini Partite
Comunicati FIGC
Calciomercato
Svincolati
Tabella Promo&Retro
Campionati
Coppe
Marcatori
Fossil Cup
Conad Cup
Archivio Storico
Torneo della Montagna
I CR
Forum
Collabora con noi
I risultati sul tuo sito!
Area Riservata
Visite
Siti Amici
Mondo CR
Schedilettantina
Oscar del Calcio
Speciale Stadi
Fantacalcio
Il Resto del Mondo
Figli di un calcio minore
NEWS - LE INTERVISTE DI CALCIOREGGIANO: FORNOVO MEDESANO
<< Torna indietro
LE INTERVISTE DI CALCIOREGGIANO: FORNOVO MEDESANO

Uno dei soci della società, Davide Porta, ci parla della realtà dei due comuni parmensi
Salta il testo e vai ai commenti
calcioreggiano.comLe interviste di calcioreggiano - 17/06/2020

Continua il nostro approfondimento, in cui andremo a conoscere più a fondo le tante società che hanno deciso di sostenere Calcioreggiano e hanno voluto essere parte del nuovo progetto partito la scorsa estate. Nel corso dei prossimi mesi, attraverso queste interviste, scopriremo aneddoti, curiosità, persone e luoghi che ogni giorno segnano la storia del calcio dilettantistico, dalle categorie più blasonate a quelle che lo sono meno.

Quest’oggi abbiamo parlato con Davide Porta, uno dei soci del Fornovo Medesano, che milita nel campionato di prima categoria girone B.

Davide, partiamo dall’attualità: i campionati sono stati definitivamente chiusi. Secondo voi come è stata gestita questa situazione?
Partiamo dal presupposto che anche a livello governativo è stato complicato gestire la situazione. Posso capire le difficoltà anche a livello federale. Le cose che si potevano forse fare prima e meglio sono le decisioni riguardo al futuro e ai verdetti, considerato che si è rimasti “in ballo” in pratica fino a metà giugno. Non sono completamente d’accordo con il concetto di “premiare il merito”: ci sono tante squadre che hanno investito tanto, per ottenere in sostanza lo stesso risultato di chi, con il massimo rispetto, è arrivato ultimo in classifica. Noi ad esempio eravamo terzi, stavamo viaggiando ad alto ritmo, a pochi punti dalla vetta. Credo che forse sarebbe stato più corretto promuovere più squadre e creare il prossimo anno più gironi.

A proposito del campionato che stavate disputando, fino al momento dello stop com’era andata la vostra annata?
Noi siamo sempre stati in zona playoff sin dall’inizio, avevamo costruito una squadra per cercare la promozione o comunque per giocarcela insieme alle altre pretendenti. D’altronde nel nostro campionato c’erano diverse candidate, noi compresi, c’era molta competitività. Giusto per citarne alcune: Casalese, Boretto, Cervo, Marzolara, forse anche il Viadana, che poi è rimasto un po’ attardato. Eravamo terzi, nel girone di ritorno avevamo effettuato un paio di inserimenti importanti e stavamo facendo bene. Nell’ultima gara disputata ci eravamo imposti 4-0 sul Cervo secondo classifica, ed eravamo anche vicini alla vetta. Se avessimo continuato credo che avremmo dato del filo torcere a parecchie squadre.

C’è stata una squadra o giocatore avversario che vi ha maggiormente colpito?
La squadra che mi ha impressionato di più anche se era dietro di noi in classifica, seppur con una partita in meno, è la Casalese, che secondo me era quella che giocava meglio. Come giocatori, oltre a quelli che militano nella nostra squadra ovviamente, mi piace molto il centravanti del Boretto, Ennamli, così come ho apprezzato moltissimo Veneroni della Casalese, giocatore fortissimo che mi impressiona sempre.

Siete una società nuova, nata due anni fa. Quali sono i traguardi, sportivi e non, che ricordate più volentieri del passato?
Partiamo dal presupposto che la società è stata formata dall’unione di due realtà come Fornovo e Medesano, che si sono fuse insieme due anni fa. Già al tempo si stava discutendo con la società Futura, che ha solo il settore giovanile, per creare una società unica. Al momento ci stiamo parlando per fare la fusione insieme e verrà formata una singola società con tutte le giovanili fino ad arrivare alla prima squadra. Verrà creata una srl dove ci saranno soci nuovi. Fino ad oggi eravamo praticamente in quattro soci, mentre ora si allargherà a otto/dieci soci. È un progetto importante.

Come traguardi delle società entrambe hanno disputato la promozione per tanti anni. Addirittura il Medesano, se la memoria non mi inganna, aveva disputato la promozione quando non c’era ancora l’eccellenza, quindi ad un livello ancora superiore. Si tratta di due squadre storiche. Questi due comuni limitrofi messi insieme hanno avuto la possibilità di ingrandire il proprio raggio d’azione, sia come giovani che come prima squadra.

C’è qualche figura storica o comunque da menzionare, legata alla vostra società?
Sicuramente il presidentissimo del Medesano Maurizio Ceci, che è stato per 40 anni presidente della Medesanese. Ora è socio ma è come presidente onorario. Poi sempre nel direttivo insieme a me, ci sono Sandro Squeri, direttore generale, e Paolo Oppici, vice presidente.

Come si vive il calcio a Fornovo e Medesano?
Fino ad oggi abbiamo giocato con la prima squadra da una parte e la juniores dall’altro, poi ogni anno ci si alterna. I tifosi ci seguono, i paesi rispondono bene e la domenica c’è un bel pubblico. Se poi c’è qualche derby ancora di più.

Chi sono coloro che lavorano dietro le quinte?
La gestione degli impianti è in mano alla società Futura, con cui ci fonderemo. In segreteria c’è Marina Cattani, che si occupa di tutto ciò legato alle attività di segreteria. Per quanto riguarda la prima squadra ci sono i magazzinieri Paolo Magri e Antonio Marenghi, due magazzinieri che si occupano sia del magazzino che della lavanderia. Poi il cassiere è Giancarlo Oppici, ci sono tanti dirigenti accompagnatori, il responsabile della juniores è Sandro Folchini, il direttore sportivo è Marco Cassini e Gianni Lombardi è addetto alla direzione tecnica, con un occhio anche alla juniores. Poi anche noi soci siamo abbastanza operativi. Per quanto riguarda lo staff tecnico menziono mister Cristiano Valenti, il vice Gabriele Scaramuzza, l’allenatore dei portieri Claudio Grasta e il massaggiatore Leonardo Cinque. Per la juniores il mister è Mirko Borgatti. Ovviamente ci tengo a ricordare anche chi non ho nominato, tutti svolgono un lavoro importante per la società e vanno ringraziati per questo.

Quali iniziative vengono portate avanti dalla società, in parallelo al mondo del calcio?
Come società abbiamo sempre fatto qualche iniziativa, più a livello sociale che economico. Noi non “viviamo” con le feste, ci sono i soci che versano la propria quota e gli sponsor, che ovviamente ringraziamo.

La fusione con la società Futura vi porterà ad avere quindi un ampio settore giovanile.
È un settore giovanile numeroso, con all’incirca sedici squadre. Ci sono anche delle doppie squadre nelle annate più numerose. Per esempio, il prossimo anno avremo due juniores, una Figc e una Csi, per poter far giocare tutti.

Sperando che si possa tornare al più presto alla normalità, quali sono i vostri obiettivi futuri?
Siamo abbastanza ambiziosi, pur cercando di restare sempre con i piedi per terra. Vogliamo sicuramente fare il salto di categoria, anche per dare continuità al settore giovanile, che comunque ogni anno sforna qualcosa di buono. Il settore giovanile ha ambito prevalentemente locale. È importante per noi far giocare tutti i ragazzi, poi arrivati ad una certa categoria c’è una sorta di “selezione naturale”, però ci teniamo a dar spazio a tutti.

Grazie e in bocca al lupo!


News commentabile da utenti registrati - News commentabile da utenti non registrati
Pagina  1 
-

crimaro75
commento del 21/06/2020 alle 22:04

Grazie mille per i complimenti alla nostra squadra per il gioco espresso ma anche voi siete un ottima compagine e senza questo maledetto covid stava venendo fuori un campionato combattutissimo come mai avevo visto in tanti anni per la vetta e i Play off un vero peccato e come tutti che dicano la loro non sono assolutamente d'accordo sulla decisione di promuovere la prima e bloccare le retrocessioni anche se è un parere personale.Saluti
RISPONDI
Pagina  1 






Oggi: 1 partita
Domani: nessuna partita
#edicolaedintorni
GUALTIERI ALBERTO
CALCIO
Società
Campionati
Coppe
Torneo della Montagna
Comunicati FIGC
Calendario Partite
Archivio Storico
CALCIO E WEB
Comunicati società
Mercato
Tabella Promo-Retro
News
Forum
Figli di Un calcio Minore
91 minuto
Photogallery
MONDO CR
App
Facebook
Stadi
Oscar di calcioreggiano
Schedilettantina
Fantacalcio
Siti Amici
CALCIOREGGIANO
Utenti
Lavora con Noi
Risultati di CR sul tuo sito
Chi Siamo
Contatti
Mappa del Sito
Privacy Policy