Home
News
Le Interviste di CR
Tabellini
Rose 20/21
Schedilettantina
Comunicati
Utente Anonimo
LOGIN
Registrati
Società
Elenco Società
Comunicati Società
Programma Gare
Tabellini Partite
Comunicati FIGC
Calciomercato
Svincolati
Tabella Promo&Retro
Campionati
Coppe
Marcatori
Fossil Cup
Conad Cup
Archivio Storico
Torneo della Montagna
I CR
Forum
Collabora con noi
I risultati sul tuo sito!
Area Riservata
Visite
Siti Amici
Mondo CR
Schedilettantina
Oscar del Calcio
Speciale Stadi
Fantacalcio
Il Resto del Mondo
Figli di un calcio minore
NEWS - LE INTERVISTE DI CALCIOREGGIANO: CORTILESE
<< Torna indietro
LE INTERVISTE DI CALCIOREGGIANO: CORTILESE

il mister Marc Bonissone ci ha parlato della compagine di Cortile di Carpi
Salta il testo e vai ai commenti
calcioreggiano.comGenerica - 13/07/2020

Continua il nostro approfondimento, in cui andremo a conoscere più a fondo le tante società che hanno deciso di sostenere Calcioreggiano e hanno voluto essere parte del nuovo progetto partito la scorsa estate. Nel corso dei prossimi mesi, attraverso queste interviste, scopriremo aneddoti, curiosità, persone e luoghi che ogni giorno segnano la storia del calcio dilettantistico, dalle categorie più blasonate a quelle che lo sono meno.

Quest’oggi abbiamo scambiato due chiacchiere con Marc Bonissone, allenatore della Cortilese, che milita nel campionato di Terza Categoria modenese.

Come vi state preparando per la nuova stagione?

Siamo partiti tardi per programmare la nuova stagione però l'importante era comunque ripartire per una realtà così piccola come la nostra.
Dopo l'ultimo anno insieme ho chiesto alla società di potere gestire un po’ tutto a 360 gradi, perché credo che se si vuole crescere come realtà calcistica bisogno imparare da gli errori commessi e migliore le cose...sia in campo che fuori dal campo.
Come prima cosa ci vuole uno staff presente e compatto, poi ripartire dai ragazzi che hanno voglia di seguirmi, di allenarsi con impegno, continuità e sacrificio. Confermati questi ragazzi stiamo cercando di acquistare 2/3 giocatori che ci permettono di alzare il livello complessivo qualitativamente e successivamente completare la rosa con ragazzi giovani che abbiano anche loro la voglia di allenarsi con serietà e intensità.
Inoltre cerchiamo di migliorare piccole cose che in categorie più alte sono scontate ma che invece da noi non ci sono e il mio compito e aiutare la Cortilese a fare questi passi.
L'importante nonostante le difficoltà è non perdere l'entusiasmo e una cosa che oggi ti sembra impossibile il giorno dopo, può sembrare già più realizzabile.

Qual è la valutazione sul campionato 2019/2020?

Ho accettato il verdetto della federazione che ha deciso di promuovere la prima classificata anche se non sapremo mai come sarebbe finito sul campo.
Dopo un girone di andata molto difficile abbiamo fatto un girone di ritorno strepitoso trovando un assetto tattico diverso e credo molto solido.
Nelle ultime 7 gare abbiamo vinto 5 partite pareggiandone soltanto 2 subendo solo 3 gol e segnandone 12. Si è fermato il campionato con 5 giornate ancora da giocare di cui 4 in casa e l'unica fuori casa era lo scontro diretto con lo Young Boys.
In casa abbiamo sempre vinto tranne un pareggio e questi dati mi fanno pensare che sicuramente si poteva arrivare davanti a tutte le altre...

C’è stata una squadra e un giocatore avversario che ti ha colpito maggiormente?

Innanzitutto voglio elogiare la mia squadra e i miei giocatori per quello che hanno fatto durante il campionato, soprattutto nel gironi di ritorno i leader della squadra ci hanno fatto cambiare marcia. Per quanto riguarda le avversarie mi aveva colpito molto la Don Monari per il modo di giocare e di proporre calcio offensivo, con quattro giocatori sempre pronti a farti del male davanti e con una buona organizzazione difensiva, mentre come singolo giocatore mi ha impressionato il ragazzo di colore del San Vito, Osei Tutu attaccante di stazza ma agile e molto bravo tecnicamente.

Quali persone passate dalla vostra società hanno lasciato un segno indelebile?

La persona significativa per me è sicuramente il presidente storico della Cortilese Maurizio Magagnoli. Sono un allenatore giovane e dopo la vittoria storica del campionato con lo United Carpi dalla seconda alla prima categoria da mister, qualcuno ha trovato strano che facessi un passo indietro e ripartissi dal gradino più basso del calcio ma credo che nella vita spesso bisogna ascoltare quello che senti e dopo aver parlato con varie società anche di prima categoria e promozione ma non avendo comunque trovato un accordo è arrivata la chiamata del presidente e sono rimasto subito affascinato dalla persona e ho deciso di accettare Cortile di Carpi, ripeto nonostante tantissime difficoltà da affrontare.

Chi sono coloro che lavorano dietro le quinte?

Il presidente insieme a sua moglie Meris e al figlio Simone gestiscono la società. Il presidente e un po’ il tuttofare, dal tagliare e segnare il campo a gestire le varie cose extra calcistiche che riguardano il club.
La scelta di rimanere e allargare il mio raggio di azione è stata fatta anche per alleggerirlo e magari togliergli qualche problema.
Sicuramente mi dovrà circondare di persone disposte ad aiutarmi perché da solo comunque diventa difficile riuscire ad arrivare ovunque.


Quali sono i vostri progetti per il futuro?

I progetti per il futuro sono cercare di creare uno staff e una squadra competitiva e riprovare a lottare per vincere questo campionato, perché credo che inseguire un obbiettivo anche se complicato sia quello che ti permette di allenarti con grande voglia e costanza. Non avendo un settore giovanile a Cortile dobbiamo creare una rosa ampia e cercare di coinvolgere il maggior numero di giocatori del nostro territorio mantenendo sempre come obbiettivo il divertimento del gioco del calcio e lo stare bene insieme che è sempre la cosa principale. I ragazzi insistono con me perchè vogliono tornare al campo ad allenarsi tutti insieme e questo è un buon segnale anche se ci fa capir come diamo sempre per scontato le cose quando le abbiamo e non sempre ci diamo il giusto valore... ci è stato tolto il calcio per sei mesi ormai è anche se non ce n'era bisogno questo stop forzato ci ha fatto capire quanto siamo innamorati di questo sport.

Grazie e in bocca al lupo!

News commentabile da utenti registrati - News commentabile da utenti non registrati
Pagina
-
Pagina






Oggi: 13 partite
Domani: nessuna partita
#edicolaedintorni
PIRONDINI FABRIZIO
CALCIO
Società
Campionati
Coppe
Torneo della Montagna
Comunicati FIGC
Calendario Partite
Archivio Storico
CALCIO E WEB
Comunicati società
Mercato
Tabella Promo-Retro
News
Forum
Figli di Un calcio Minore
91 minuto
Photogallery
MONDO CR
App
Facebook
Stadi
Oscar di calcioreggiano
Schedilettantina
Fantacalcio
Siti Amici
CALCIOREGGIANO
Utenti
Lavora con Noi
Risultati di CR sul tuo sito
Chi Siamo
Contatti
Mappa del Sito
Privacy Policy