Home
News
Le Interviste di CR
Tabellini
Rose 20/21
Schedilettantina
Comunicati
Utente Anonimo
LOGIN
Registrati
Società
Elenco Società
Comunicati Società
Programma Gare
Tabellini Partite
Comunicati FIGC
Calciomercato
Svincolati
Tabella Promo&Retro
Campionati
Coppe
Marcatori
Fossil Cup
Conad Cup
Archivio Storico
Torneo della Montagna
I CR
Forum
Collabora con noi
I risultati sul tuo sito!
Area Riservata
Visite
Siti Amici
Mondo CR
Schedilettantina
Oscar del Calcio
Speciale Stadi
Fantacalcio
Il Resto del Mondo
Figli di un calcio minore
NEWS - LE INTERVISTE DI CALCIOREGGIANO: GUASTALLA
<< Torna indietro
LE INTERVISTE DI CALCIOREGGIANO: GUASTALLA

Manuele Rabbi, direttore generale dei rossoblù, ci racconta della società guastallese
Salta il testo e vai ai commenti
calcioreggiano.comLe interviste di calcioreggiano - 09/05/2020

Continua il nostro approfondimento, in cui andremo a conoscere più a fondo le tante società che hanno deciso di sostenere Calcioreggiano e hanno voluto essere parte del nuovo progetto partito la scorsa estate. Nel corso dei prossimi mesi, attraverso queste interviste, scopriremo aneddoti, curiosità, persone e luoghi che ogni giorno segnano la storia del calcio dilettantistico, dalle categorie più blasonate a quelle che lo sono meno.

Quest’oggi abbiamo parlato con Manuele Rabbi, direttore generale del Guastalla, che milita nel girone C di prima categoria.

Direttore, facciamo il punto sulla situazione attuale. Pensate che le misure prese dalla federazione siano corrette? Secondo voi come è stata gestita questa situazione?
In un momento di grande emergenza nazionale, le misure adottate dalla federazione per la tutela della salute di tutto il movimento credo siano state dolorose ma indiscutibili. Noi dobbiamo senz’altro ringraziare la nostra Area Tecnica per essersi prontamente adattata ad una situazione così insolita e particolare, ed essere riusciti ad elaborare esercitazioni e programmi con l’obbiettivo di mantenere il più possibile coinvolti tutti, dal settore giovanile alla prima squadra. Ora, comprendendo le difficoltà della Federazione che ha un problema tecnico di conclusione campionati, sulla carta e non sul campo, ed economico per sostenere le società in momento così delicato, mi permetto di consigliare, nonostante possa sembrare azzardato parlare di prospettive, di pensare al domani e ristrutturare con nuove idee un calcio dilettantistico troppo sofferente.

Come stavate andando fino al momento dello stop del campionato?
Fino allo stop forzato stavamo disputando una stagione molto positiva, occupando la seconda piazza del girone. Gli obbiettivi iniziali erano quelli di affrontare il salto di categoria dalla seconda allestendo un gruppo valido, giovane ed affiatato, senza porci limiti ma mantenendo ben saldi i piedi per terra.

C’è stata una squadra o giocatore avversario che vi ha maggiormente colpito?
Devo dire che il campionato ha mostrato alcune buone individualità e diversi giovani interessanti. Come squadra nel complesso mi ha colpito la Vianese per solidità e continuità di risultati, anche se partita con i favori del pronostico. Un plauso lo devo fare alle neopromosse, che come noi hanno affrontato il campionato con grande entusiasmo ma anche con tanta qualità, forse da alcuni inaspettata.

Quali sono i traguardi, sportivi e non, che ricordate più volentieri come società?
Il Guastalla è sicuramente una realtà con un passato calcistico importante e quindi i momenti da ricordare non mancano. Credo però che il risultato più recente e ancora vivo in molti dei ragazzi che ancora oggi sono con noi, sia la vittoriosa cavalcata dello scorso anno nella Coppa Emilia regionale di seconda categoria che ha permesso il salto di categoria.

Quale persona passata dalla vostra società ha lasciato secondo voi un segno indelebile?
A Guastalla sono nati e passati tanti talenti che hanno militato nelle fila “Rossoblu”, alcuni arrivando addirittura a giocare nei professionisti. Sarebbe impossibile ricordarli tutti e non dimenticare qualcuno, come anche i dirigenti ed i tecnici che si sono prodigati per dare lustro al calcio Guastallese.

Come si vive il calcio a Guastalla?
Il calcio a Guastalla è una tradizione, nessun tifoso può dimenticare le tante battaglie sportive vissute al vecchio campo Bonfanti. Oggi posso dire che si respira un crescente entusiasmo e ci inorgoglisce la presenza sempre più numerosa di ragazzi giovani alla domenica ad affiancare gli “storici” sostenitori del Guastallone, segno di continuità e di passione che nel nostro sport non devono mai mancare.

Chi sono coloro che lavorano dietro le quinte?
Abbiamo una squadra di volontari che, indipendentemente dal loro ruolo, da sempre rappresentano le fondamenta del nostro movimento e colgo l’occasione di ringraziarli pubblicamente partendo da Bigliardi Aronne, Benetti Claudio, Daolio Roberto, Varini Renzo, Allai Vanni, Iemmi Giorgio, Berni Roberto, Fraiese Paolo, Cavandoli Luciano, Bonazzi Maurizio, Moreni Giancarlo, Cattini Luigi, Malagoli Luciano, Alessandri Roberto, Scabissi Leonardo, Masini Nicola, Ciervo Francesco, Canova Andrea e Varini Laura.

Quali iniziative vengono portate avanti dalla società, in parallelo al mondo del calcio?
Da sempre Maggio a Guastalla è sinonimo di tornei, con il nostro storico Memorial Soragna giunto quest’anno alla 30^ edizione, ma siamo sempre protagonisti anche negli eventi organizzati dal comune nel mese di settembre come la Festa dello Sport.

Avete anche un settore giovanile molto numeroso.
Sento particolare soddisfazione come responsabile di tutto il movimento, aver raggiunto negli anni il livello del nostro settore giovanile attuale, ottenendo il massimo riconoscimento dalla FIGC di Scuola Calcio élite, e per questo voglio ringraziare tutto il nostro staff tecnico. Un movimento che vanta più di 300 ragazzi, consentendoci di allestire tutte le categorie dalla Scuola calcio alla Juniores allenati come dicevo da uno staff tecnico di grande prospettiva e qualità.

Quali sono i programmi futuri per i vostri giovani?
La filosofia societaria crede fermamente nello sviluppo del giovane calciatore ed è per questo che si continuerà ad investire risorse economiche ed umane per continuare a migliorare strutture e metodologie di allenamento, per consentire un apprendimento ottimale sia tecnico che umano. Inoltre, da anni rafforziamo le partnership con società limitrofe come Boretto, Brescello e Pomponesco, per la condivisione di progetti tecnici per la crescita dei rispettivi ragazzi.

Sperando che si possa tornare al più presto alla normalità, quali sono i vostri progetti per l’immediato
futuro e cosa vi piacerebbe realizzare invece a lungo termine?

Continuare nel percorso iniziato a luglio scorso con questo staff tecnico e dirigenziale della prima squadra completamente rinnovato, per strutturarci al meglio anche per categorie superiori, oltre al continuo sviluppo del settore giovanile come dicevo in precedenza. Inoltre, con l’amministrazione comunale si era iniziato un dialogo per dare una “casa” al Guastalla calcio, ad oggi solo ospite delle strutture sportive ed in futuro realizzare un campo in sintetico.

Grazie e in bocca al lupo!

News commentabile da utenti registrati - News commentabile da utenti non registrati
Pagina
-
Pagina






Oggi: 13 partite
Domani: nessuna partita
#edicolaedintorni
TORO LUCA
CALCIO
Società
Campionati
Coppe
Torneo della Montagna
Comunicati FIGC
Calendario Partite
Archivio Storico
CALCIO E WEB
Comunicati società
Mercato
Tabella Promo-Retro
News
Forum
Figli di Un calcio Minore
91 minuto
Photogallery
MONDO CR
App
Facebook
Stadi
Oscar di calcioreggiano
Schedilettantina
Fantacalcio
Siti Amici
CALCIOREGGIANO
Utenti
Lavora con Noi
Risultati di CR sul tuo sito
Chi Siamo
Contatti
Mappa del Sito
Privacy Policy